mercoledì 11 dicembre 2013

MISURE CAUTELARI – CUSTODIA CAUTELARE IN CARCERE – CONDIZIONI DI APPLICABILITA’ – LIMITE EDITTALE – MODIFICA DELL’ART. 280 COMMA 2 COD. PROC. PEN. PER EFFETTO DELLA LEGGE N. 94 DEL 2013 – IMMEDIATA APPLICAZIONE – FATTISPECIE.

MISURE CAUTELARI – CUSTODIA CAUTELARE IN CARCERE – CONDIZIONI DI APPLICABILITA’ – LIMITE EDITTALE – MODIFICA DELL’ART. 280 COMMA 2 COD. PROC. PEN. PER EFFETTO DELLA LEGGE N. 94 DEL 2013 – IMMEDIATA APPLICAZIONE – FATTISPECIE.
La Corte ha affermato che è applicabile anche ai procedimenti in corso alla data della sua entrata in vigore la nuova disciplina dell’art. 280, comma 2, cod. proc. pen., la quale – per effetto della legge 9 agosto 2013, n. 94, che ha convertito con modificazioni il d.l. 1 luglio 2013, n. 78 – ha innalzato da quattro a cinque anni di reclusione il limite minimo del massimo edittale necessario per disporre la custodia cautelare in carcere. (Fattispecie in cui è stata annullata ordinanza relativa al reato di violenza privata, rilevandosi che il massimo edittale previsto per la fattispecie è pari a quattro anni).
 
Testo Completo:
 
(Sezione Sesta Penale, Presidente T. Garribba, Relatore G. De Amicis)

Archivio articoli

 
Sentenze e massime - Ultime dalla Corte di Cassazione