mercoledì 11 dicembre 2013

MANDATO D’ARRESTO EUROPEO – SENTENZA EMESSA DA STATO DELL’UNIONE EUROPEA – RICHIESTA DI ESPIARE LA PENA IN ITALIA – DENUNCIA DELLA VIOLAZIONE DEL DIRITTO ALL’EQUO PROCESSO NELLO STATO ESTERO – AMMISSIBILITA’ – ESCLUSIONE – FATTISPECIE.

MANDATO D’ARRESTO EUROPEO – SENTENZA EMESSA DA STATO DELL’UNIONE EUROPEA – RICHIESTA DI ESPIARE LA PENA IN ITALIA – DENUNCIA DELLA VIOLAZIONE DEL DIRITTO ALL’EQUO PROCESSO NELLO STATO ESTERO – AMMISSIBILITA’ – ESCLUSIONE – FATTISPECIE.
La Corte ha affermato che il destinatario di mandato di arresto europeo non può opporsi all’esecutività di una sentenza di condanna pronunciata in altro Stato dell’Unione Europea deducendo che la stessa è stata adottata all’esito di un processo non equo (nella specie, “in absentia”), se ha chiesto ed ottenuto di espiare in Italia la pena irrogata, così implicitamente accettando gli effetti della decisione.
 
Testo Completo:
 
(Sezione sesta Penale, Presidente T. Garribba, Relatore E. Aprile)

Archivio articoli

 
Sentenze e massime - Ultime dalla Corte di Cassazione