mercoledì 11 settembre 2013

PROFESSIONI E PROFESSIONISTI - COMMISSIONE CENTRALE PER GLI ESERCENTI LE PROFESSIONI SANITARIE

PROFESSIONI E PROFESSIONISTI - COMMISSIONE CENTRALE PER GLI ESERCENTI LE PROFESSIONI SANITARIE
MANCATA PREVISIONE DI UN NUMERO DI COMPONENTI SUFFICIENTE A GARANTIRE L'ALTERITA' DI COMPOSIZIONE DEL COLLEGIO IN SEDE DI RINVIO DA PARTE DELLA CORTE DI CASSAZIONE - QUESTIONE NON MANIFESTAMENTE INFONDATA DI LEGITTIMITA' COSTITUZIONALE
La Seconda Sezione Civile ha dichiarato non manifestamente infondata, in riferimento agli artt. 3, 24 e 111 Cost., la questione di legittimità costituzionale dell’17 del d.lgs. C.P.S. n. 233 del 1946, nella parte in cui non prevede che la Commissione centrale per gli esercenti le professioni sanitarie sia composta da un numero di membri, effettivi e supplenti, tali da consentire che, in ipotesi di giudizio di rinvio conseguente a cassazione di una precedente decisione, lo stesso possa svolgersi dinnanzi a un collegio composto da membri che non abbiano partecipato a detta decisione.
 
Testo Completo:Ordinanza interlocutoria n. 20140 del 3 settembre 2013 (Sezione Seconda Civile, Presidente L. A. Rovelli, Relatore S. Petitti)

Archivio articoli

 
Sentenze e massime - Ultime dalla Corte di Cassazione