venerdì 19 luglio 2013

IMPUGNAZIONI - APPELLO – “REFORMATIO IN PEIUS” DI SENTENZA DI ASSOLUZIONE

IMPUGNAZIONI - APPELLO – “REFORMATIO IN PEIUS” DI SENTENZA DI ASSOLUZIONE
– DIVERSO APPREZZAMENTO DI CONVERSAZIONI TELEFONICHE INTERCETTATE – MANCATA RINNOVAZIONE DELL’ISTRUTTORIA – VIOLAZIONE DELL’ART. 6 CEDU – ESCLUSIONE
La Corte ha affermato che il giudice di appello, per riformare “in peius” una sentenza di assoluzione, non è obbligato – in base all’art. 6 CEDU, così come interpretato nella sentenza della Corte EDU del 5 luglio 2011, Dan c. Moldavia – alla rinnovazione delle prove dichiarative assunte in primo grado quando la sua decisione si fonda su un diverso apprezzamento di conversazioni telefoniche oggetto di intercettazione.
 
Testo Completo:Sentenza n. 29452 del 17 maggio 2013, depositata il 10 luglio 2013(Sezione Seconda Penale, Presidente A. Macchia, Relatore A. Manna)

Archivio articoli

 
Sentenze e massime - Ultime dalla Corte di Cassazione