sabato 23 marzo 2013

ESECUZIONE FORZATA - OPPOSIZIONE ALL'ESECUZIONE - PROCESSI ESECUTIVI RIUNITI ED INTERVENTI NEL PROCEDIMENTO - CADUCAZIONE DEL TITOLO ESECUTIVO DEL CREDITORE PROCEDENTE - EFFETTI -

ESECUZIONE FORZATA - OPPOSIZIONE ALL'ESECUZIONE - PROCESSI ESECUTIVI RIUNITI ED INTERVENTI NEL PROCEDIMENTO - CADUCAZIONE DEL TITOLO ESECUTIVO DEL CREDITORE PROCEDENTE - EFFETTI -
QUESTIONE DI MASSIMA DI PARTICOLARE IMPORTANZA - RIMESSIONE ALLE SS.UU.
La Terza Sezione civile ha rimesso al Primo Presidente la questione, reputata di massima di particolare importanza, relativa alla sorte del processo esecutivo, in presenza di pignoramenti riuniti e di interventi titolati, allorché venga caducato – con efficacia ex tunc – il titolo del creditore procedente, evocando l’ordinanza la possibilità di affermare, alla luce delle riforme processuali del 2006 e del principio di economia processuale, l’insensibilità del processo esecutivo individuale, cui partecipino più creditori concorrenti, alle vicende relative al titolo invocato dal creditore procedente, purché il titolo esecutivo azionato da almeno un altro creditore abbia mantenuto integra la propria efficacia.
Testo Completo: Ordinanza interlocutoria n. 2240 del 30 gennaio 2013(Sezione Terza Civile, Presidente G. M. Berruti, Relatore F. De Stefano)

Archivio articoli

 
Sentenze e massime - Ultime dalla Corte di Cassazione