sabato 24 novembre 2012

DIRITTI DELLA PERSONALITA' - DIRITTO AL NOME - PRENOME "ANDREA" - IMPOSIZIONE A SOGGETTO FEMMINILE - LEGITTIMITA'

DIRITTI DELLA PERSONALITA' - DIRITTO AL NOME - PRENOME "ANDREA" - IMPOSIZIONE A SOGGETTO FEMMINILE - LEGITTIMITA'
Il prenome “Andrea” può essere imposto ad una persona di sesso femminile, in quanto, anche per la sua peculiarità lessicale, nell’attuale contesto culturale e giuridico non esclusivamente nazionalistico non può più ritenersi attribuibile solo ad un soggetto di genere maschile.
Testo Completo: Sentenza 20 novembre 2012, n. 20385 (Prima Sezione Civile, Presidente G. Luccioli, Relatore M. Acierno)

Archivio articoli

 
Sentenze e massime - Ultime dalla Corte di Cassazione