domenica 11 settembre 2011

FALLIMENTO E PROCEDURE CONCORSUALI - REVOCATORIA FALLIMENTARE - SENTENZA DI PRIMO GRADO - IMMEDIATA ESECUTIVITA' PER I CAPI CONDANNATORI - CONFIGURABILITA'

FALLIMENTO E PROCEDURE CONCORSUALI - REVOCATORIA FALLIMENTARE - SENTENZA DI PRIMO GRADO - IMMEDIATA ESECUTIVITA' PER I CAPI CONDANNATORI - CONFIGURABILITA'

La sentenza di revocatoria fallimentare, anche se oggetto di impugnazione, costituisce titolo esecutivo, anticipatamente rispetto al suo passaggio in giudicato, per il capo di condanna alle restituzioni verso la massa dei creditori, cui sia tenuta la controparte, nonostante la natura di accertamento costitutivo in cui tale azione si sostanzia; da un lato, invero, l’art. 282 codice procedura civile non opera distinzioni fra tipologie di sentenze, dall’altro, la stessa riformata disciplina fallimentare contempera il credito della massa (che obbliga all’accantonamento di quanto restituito) con il credito del convenuto (ammesso con riserva).



Testo Completo: Sentenza n. 16737 del 29 luglio 2011



(Sezione Prima, Presidente V. Proto, Relatore A. Scaldaferri)



Archivio articoli

 
Sentenze e massime - Ultime dalla Corte di Cassazione