venerdì 4 dicembre 2009

SENTENZA DI CONDANNA - RISARCIMENTO DANNI - PROVVISIONALE - COMPETENZA DEL GIUDICE CONTABILE - ESCLUSIONE - RAGIONI

SENTENZA DI CONDANNA - RISARCIMENTO DANNI - PROVVISIONALE - COMPETENZA DEL GIUDICE CONTABILE - ESCLUSIONE - RAGIONI
Nell’ipotesi in cui il giudice pronunci condanna al risarcimento dei danni in favore della parte civile, nessuna riserva di giurisdizione puo’ configurarsi in caso di condanna al pagamento di una provvisionale, atteso che la previsione della competenza di altro giudice, secondo quanto enunciato dagli artt. 538, comma secondo, e 539, comma primo, cod. proc. pen., riguarda esclusivamente la determinazione del quantum debeatur. In motivazione, la Corte ha precisato che l’eventuale giudizio contabile, secondo quanto affermato dalla giurisprudenza delle Sezioni Unite civili e della stessa Corte dei Conti, non è precluso né dalla costituzione dell’amministrazione danneggiata come parte civile nel processo penale, né dall’eventuale condanna generica del responsabile al risarcimento del danno, neppure se accompagnato dal riconoscimento di una provvisionale a titolo di parziale liquidazione del danno.

Testo Completo:
Sentenza n. 43278 del 25 settembre 2009 – depositata il 12 novembre 2009
(Sezione Terza Penale, Presidente G. De Roberto, Relatore S. F. Mannino)


Condividi

Archivio articoli

 
Sentenze e massime - Ultime dalla Corte di Cassazione