venerdì 21 novembre 2008

ASSISTENZA E BENEFICENZA PUBBLICA - PRESTAZIONI ASSISTENZIALI – RITARDATA EROGAZIONE DELL'INDENNIZZO SPETTANTE AI SOGGETTI DANNEGGIATI DA VACCINAZIONI

La ritardata erogazione dell’indennizzo a favore dei soggetti danneggiati da vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni ed emoderivati non configura un danno non patrimoniale risarcibile ai sensi dell’art. 2059 cod. civ., che riguarda le ipotesi in cui sia leso un valore inerente la persona, valore già tutelato, nella specie, mediante l’erogazione dell’indennizzo. Inoltre, considerata la natura non risarcitoria, ma assistenziale del medesimo, con riferimento alle somme dovute a tale titolo sono dovuti, in caso di ritardo nella erogazione, gli interessi legali a decorrere dal 121° giorno dalla domanda amministrativa.

Testo Completo:
Sentenza n. 26883 del 19 novembre 2008(Sezione Terza Civile, Presidente L. D. Di Nanni, Relatore A. Spirito)

Archivio articoli

 
Sentenze e massime - Ultime dalla Corte di Cassazione