sabato 5 aprile 2014

STUPEFACENTI – DISCIPLINA APPLICABILE IN TEMA DI “DROGHE LEGGERE” – SENTENZA N. 32 DEL 2014 DELLA CORTE COSTITUZIONALE – EFFETTI

STUPEFACENTI – DISCIPLINA APPLICABILE IN TEMA DI “DROGHE LEGGERE” – SENTENZA N. 32 DEL 2014 DELLA CORTE COSTITUZIONALE – EFFETTI
- REVIVISCENZA DEL PREVIGENTE TRATTAMENTO SANZIONATORIO PIÙ FAVOREVOLE – CONSEGUENZE
La Sesta Sezione della Corte di cassazione ha affermato che il principio dell’applicazione della disciplina più favorevole, determinatasi per effetto della sentenza della Corte costituzionale n. 32 del 2014 con riferimento al trattamento sanzionatorio relativo ai delitti previsti dall’art. 73 d.P.R. n. 309 del 1990 in relazione alle “droghe leggere”, ed il conseguente dovere di rideterminare la pena, opera necessariamente non solo quando il giudice di merito, applicando la più rigorosa normativa dichiarata incostituzionale, abbia individuato una pena base superiore al massimo previsto dalla previgente legge più favorevole, ma anche quando abbia ritenuto di attenersi ai minimi edittali in vigore prima della dichiarazione di incostituzionalità.
 
Testo Completo:Sentenza del 20 marzo 2014 - depositata 2 aprile 2014, n. 15152
(Sezione Sesta Penale, Presidente F. Ippolito, Relatore G. Paoloni)

Archivio articoli

 
Sentenze e massime - Ultime dalla Corte di Cassazione