domenica 2 febbraio 2014

REATI CONTRO IL PATRIMONIO - DELITTI – FRAUDOLENTA DISTRUZIONE DELLA COSA PROPRIA – IN GENERE

REATI CONTRO IL PATRIMONIO - DELITTI – FRAUDOLENTA DISTRUZIONE DELLA COSA PROPRIA – IN GENERE
La Seconda sezione della Suprema Corte ha affermato che non sussiste un rapporto di alternatività formale tra le condotte tipizzate nel primo e nel secondo comma dell’art.642 cod. pen., trattandosi di fattispecie di reato differenti e dotate di autonoma rilevanza penale che, quindi, ove ne siano integrati gli estremi fattuali, concorrono fra loro.
 
Testo Completo:Sentenza n. 1856 del 17 dicembre 2013 -  depositata il 17 gennaio 2014
(Sezione Seconda Penale, Presidente G. Casucci, Relatore  G. Rago)

Archivio articoli

 
Sentenze e massime - Ultime dalla Corte di Cassazione