domenica 15 dicembre 2013

MISURE DI PREVENZIONE – PROCEDIMENTI NON DISCIPLINATI DAL D.LGS N. 159 DEL 2011 – CREDITORI CHIROGRAFARI – MANCATA PROPOSIZIONE DELL’AZIONE ESECUTIVA PRIMA DEL SEQUESTRO – AMMISSIONE AL PASSIVO – ESCLUSIONE – ECCEZIONE

MISURE DI PREVENZIONE – PROCEDIMENTI NON DISCIPLINATI DAL D.LGS N. 159 DEL 2011 – CREDITORI CHIROGRAFARI – MANCATA PROPOSIZIONE DELL’AZIONE ESECUTIVA PRIMA DEL SEQUESTRO – AMMISSIONE AL PASSIVO – ESCLUSIONE – ECCEZIONE
La Corte ha affermato che, per effetto delle disposizioni dettate dalla legge 24 dicembre 2012, n. 228, nei procedimenti di prevenzione ai quali non si applica la disciplina del d.lgs. 6 settembre 2011, n. 159, i creditori chirografari che non hanno proposto azione esecutiva prima del sequestro non sono ammessi a partecipare alla distribuzione del ricavato derivante dalla liquidazione dei cespiti ablati, salva la possibilità, qualora il debitore sia una impresa di cui sia stato confiscato l’intero patrimonio aziendale, di chiederne la dichiarazione di fallimento e di essere inseriti al passivo.
 
Testo Completo:Sentenza n. 49821, udienza del 17 ottobre 2013 - depositata il 10 dicembre 2013
(Sezione Sesta Penale, Presidente Agrò, Relatore Paternò Raddusa)

Archivio articoli

 
Sentenze e massime - Ultime dalla Corte di Cassazione