venerdì 29 novembre 2013

ESTRADIZIONE – ESTRADIZIONE PER L’ESTERO – CONDIZIONI OSTATIVE – PERICOLO PER L’INCOLUMITA’ DELL’ESTRADANDO – SCELTA DI FATTO DELLO STATO RICHIEDENTE – NOZIONE

ESTRADIZIONE – ESTRADIZIONE PER L’ESTERO – CONDIZIONI OSTATIVE – PERICOLO PER L’INCOLUMITA’ DELL’ESTRADANDO – SCELTA DI FATTO DELLO STATO RICHIEDENTE – NOZIONE
La Corte ha affermato che, ai fini dell’estradizione per l’estero, la “scelta di fatto” dello Stato richiedente, da cui deriva il pericolo per l’estradando di patire la violazione dei diritti fondamentali della persona e che impone al giudice italiano di pronunciarsi negativamente sull’istanza, può consistere anche nel contegno delle Autorità di non approntare misure idonee ad assicurare ai detenuti le condizione necessarie a salvaguardare le minime esigenze di rispetto della dignità umana pur conoscendo ufficialmente lo stato di degrado in cui versano le strutture carcerarie.
 
Testo Completo:Sentenza n. 46212 del 15 ottobre 2013, depositata il 18 novembre 2013
 

(Sezione Sesta Penale, Presidente N. Milo, Relatore G. Conti)


Documenti:


Apri: Apri   Formato: pdf

Archivio articoli

 
Sentenze e massime - Ultime dalla Corte di Cassazione