giovedì 18 aprile 2013

REATI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – MODIFICHE INTRODOTTE DALLA LEGGE N. 190 DEL 2012 – DELITTO DI INDUZIONE EX ART. 319 QUATER COD. PEN. - NATURA DI REATO BILATERALE – ESCLUSIONE - CONDOTTA DEL REATO – INDICAZIONE

REATI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – MODIFICHE INTRODOTTE DALLA LEGGE N. 190 DEL 2012 – DELITTO DI INDUZIONE EX ART. 319 QUATER COD. PEN. - NATURA DI REATO BILATERALE – ESCLUSIONE - CONDOTTA DEL REATO – INDICAZIONE
La VI sezione della Suprema Corte ha ritenuto che la nuova fattispecie di induzione, punita dall'art. 319 quater cod. pen., pur facendo riferimento alla condotta di due soggetti, non integra propriamente un reato bilaterale, come nel caso della corruzione, perché le due condotte del soggetto pubblico e del privato si perfezionano autonomamente; ha, altresì, precisato che l'induzione è integrata da un'attività di suggestione, di persuasione o di pressione morale, posta in essere da un pubblico ufficiale o da un incaricato di un pubblico servizio nei confronti del privato, che, avvertibile come illecita da quest'ultimo, non ne condiziona, però, gravemente la libertà di autodeterminazione, rendendo a lui possibile di non accedere alla pretesa del soggetto pubblico.
 
Testo Completo:

Sentenza n. 17285 dell' 11 gennaio 2013 – depositata il 15 aprile 2013 (Sezione Sesta Penale, Presidente G. De Roberto, Relatore G. Conti)

Archivio articoli

 
Sentenze e massime - Ultime dalla Corte di Cassazione