mercoledì 27 marzo 2013

REATI CONTRO IL PATRIMONIO - DELITTI - ESTORSIONE - TENTATIVO - ESPLICITE MINACCE - ASSENZA - IDONEITA' DELLA CONDOTTA - ACCERTAMENTO

REATI CONTRO IL PATRIMONIO - DELITTI - ESTORSIONE - TENTATIVO - ESPLICITE MINACCE - ASSENZA - IDONEITA' DELLA CONDOTTA - ACCERTAMENTO
La Seconda sezione della Suprema Corte ha affermato che integra gli estremi del tentativo di estorsione la condotta di chi rivolge al coindagato reiterate e pressanti richieste di ingenti somme di danaro per rendere all’Autorità Giudiziaria dichiarazioni a lui favorevoli, rivestendo le modalità progressivamente sempre più incalzanti e la ripetitività delle richieste il carattere della minaccia.
Testo Completo: Sentenza n. 11922 del 12 dicembre 2012 - depositata il 14 marzo 2013
(Sezione Seconda Penale, Presidente M. Cammino, Relatore G. Diotallevi)

Archivio articoli

 
Sentenze e massime - Ultime dalla Corte di Cassazione