giovedì 25 ottobre 2012

REATI CONTRO LA PERSONA – DIFFAMAZIONE A MEZZO STAMPA – CONCORSO DEL DIRETTORE CON L’AUTORE DELL’ARTICOLO DIFFAMATORIO –CONFIGURABILITA’

REATI CONTRO LA PERSONA – DIFFAMAZIONE A MEZZO STAMPA – CONCORSO DEL DIRETTORE CON L’AUTORE DELL’ARTICOLO DIFFAMATORIO –CONFIGURABILITA’
La Corte, dopo aver rilevato la compatibilità dell’art. 595 c.p. con l’art. 10 CEDU, ha ribadito che il direttore di un periodico risponde del reato di diffamazione – e non di quello meno grave di omesso controllo previsto dall’art. 57 c.p. – per la pubblicazione di un articolo lesivo dell’onore e della reputazione altrui l’identità del cui autore è rimasta celata dietro lo pseudonimo utilizzato per firmarlo, qualora da un complesso di circostanze esteriorizzate nella pubblicazione del testo (come la forma, l’evidenza, la collocazione tipografica, i titoli, le illustrazioni e la correlazione dello scritto con il contesto culturale che impegna e caratterizza l’edizione su cui compare l’articolo) possa dedursi il suo meditato consenso alla pubblicazione dell’articolo medesimo nella consapevole adesione al suo contenuto, tanto da far ritenere per l’appunto che la suddetta pubblicazione rappresenti il frutto di una scelta redazionale.
Testo Completo: Sentenza n. 41249 del 26 settembre 2012 - depositata il 23 ottobre 2012(Sezione Quinta Penale, Presidente A. Grassi, Relatore A. Bevere)

Archivio articoli

 
Sentenze e massime - Ultime dalla Corte di Cassazione