giovedì 25 ottobre 2012

PROCEDIMENTI SPECIALI – GIUDIZIO ABBREVIATO CONDIZIONATO – IMPOSSIBILITA’ SOPRAVVENUTA DELL’INTEGRAZIONE PROBATORIA – REVOCABILITA’ DELL’ORDINANZA DI AMMISSIONE AL RITO – ESCLUSIONE

PROCEDIMENTI SPECIALI – GIUDIZIO ABBREVIATO CONDIZIONATO – IMPOSSIBILITA’ SOPRAVVENUTA DELL’INTEGRAZIONE PROBATORIA – REVOCABILITA’ DELL’ORDINANZA DI AMMISSIONE AL RITO – ESCLUSIONE
Le Sezioni Unite hanno stabilito che l’ordinanza di ammissione al giudizio abbreviato condizionato ad integrazione probatoria non è revocabile nel caso in cui l’acquisizione della prova dedotta in condizione divenga impossibile per circostanze imprevedibili e sopraggiunte, osservando in proposito come il vincolo di subordinazione insito nella richiesta condizionata debba ritenersi utilmente assolto con l’instaurazione del rito e l’ammissione della prova sollecitata dall’imputato. La Corte ha altresì precisato come, presentando una richiesta condizionata, quest’ultimo sin dall’inizio assuma il rischio che l’integrazione probatoria invocata non sia in concreto esperibile, senza per questo vedere leso il suo diritto di difesa, atteso che anche nel caso di retrocessione dal rito alternativo a quello ordinario egli non potrebbe comunque avvalersi della prova la cui acquisizione è divenuta impossibile.
Testo Completo: Sentenza n. 41461 del 19 luglio 2012 - depositata il 24 ottobre 2012(Sezioni Unite Penali, Presidente E. Lupo, Relatore M. Cassano)

Archivio articoli

 
Sentenze e massime - Ultime dalla Corte di Cassazione