domenica 12 giugno 2011

TRIBUTI - AZIENDA IN PERDITA - AVVIAMENTO COMMERCIALE - CONFIGURABILITA' - CONSEGUENZE

TRIBUTI - AZIENDA IN PERDITA - AVVIAMENTO COMMERCIALE - CONFIGURABILITA' - CONSEGUENZE

La S.C. ha affermato che anche in relazione ad un’azienda in perdita può configurarsi l’avviamento commerciale, il quale, in caso di acquisto dell’azienda, può essere iscritto nell’attivo del bilancio da parte della società acquirente, con conseguente deducibilità dai redditi d’impresa delle relative quote di ammortamento.

Sentenza n. 10586 del 13 maggio 2011

(Sezione Tributaria, Presidente A. Merone, Relatore S. Olivieri)

Archivio articoli

 
Sentenze e massime - Ultime dalla Corte di Cassazione