sabato 20 giugno 2009

DELITTI CONTRO L'AMMINISTRAZIONE DELLA GIUSTIZIA - REATO EX ART. 388, COMMA 2 C.P. - ELUSIONE DELL'ESECUZIONE DI UN PROVVEDIMENTO DEL GIUDICE CIVILE

DELITTI CONTRO L'AMMINISTRAZIONE DELLA GIUSTIZIA - REATO EX ART. 388, COMMA 2 C.P. - ELUSIONE DELL'ESECUZIONE DI UN PROVVEDIMENTO DEL GIUDICE CIVILE PRESCRIVENTE L'ASTENSIONE DI ATTIVITA' DI CONCORRENZA SLEALE - CONFIGURABILITA' - ESCLUSIONE
La Corte ha escluso che l’elusione dell’esecuzione di un provvedimento del giudice per la cessazione di attività di concorrenza sleale (cc. 2598) configuri il reato di cui all’art. 388, comma 2 c.p., che limita la tutela penale soltanto ad alcune tipologie di provvedimenti (proprietà, possesso e credito).

Testo Completo:
Sentenza n. 21305 del 7 maggio 2009 - depositata il 21 maggio 2009(Sezione Sesta Penale, Presidente G. De Roberto, Relatore F. P. Gramendola)

Archivio articoli

 
Sentenze e massime - Ultime dalla Corte di Cassazione