venerdì 2 maggio 2008

Stranieri - Espulsione amministrativa - SENTENZA N. 17255/2008

L’espulsione dello straniero prevista dall’art. 16 D. Lgs. 286 del 1998, come modificata dalla legge n. 189 del 2002, è di competenza del magistrato di sorveglianza, ha natura amministrativa e costituisce una atipica misura alternativa alla detenzione, finalizzata ad evitare il sovraffollamento penitenziario. Tale misura non può essere adottata qualora comprometta la finalità rieducativa e di reinserimento sociale del detenuto che si trovi ad espiare la pena con altre misure alternative alla detenzione, ma tra queste non può esservi ricompresa la liberazione anticipata che incide solo sulla durata complessiva della pena ma non comporta la fuoriuscita dal circuito penitenziario e pertanto non è ostativa all’adozione dell’espulsione.

Archivio articoli

 
Sentenze e massime - Ultime dalla Corte di Cassazione