lunedì 8 giugno 2015

PROCEDIMENTO CIVILE - NOTIFICAZIONE DI ATTO GIUDIZIARIO A MEZZO POSTA IN STATO MEMBRO DELLA UE – RITUALITÀ – LIMITI – CONSEGUENZE SUL RILASCIO DEL CERTIFICATO DI TITOLO ESECUTIVO EUROPEO.

La notifica di un atto giudiziario a mezzo posta in uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea (esclusa la Danimarca) è rituale, ai sensi degli artt. 14 o 15 del Regolamento CE n. 1393/2007 del 13 novembre 2007, salva la facoltà di opposizione dello Stato membro prevista dall’art. 15, derivandone il corretto rilascio del certificato di titolo esecutivo europeo per il decreto ingiuntivo notificato a mezzo posta al debitore dell’altro Stato.


Presidente: G. Salmè
Relatore: F. De Stefano


PROCEDIMENTO CIVILE - NOTIFICAZIONE DI ATTO GIUDIZIARIO A MEZZO POSTA IN STATO MEMBRO DELLA UE – RITUALITÀ – LIMITI – CONSEGUENZE SUL RILASCIO DEL CERTIFICATO DI TITOLO ESECUTIVO EUROPEO.

Sentenza n. 10543 del 22/05/2015

Archivio articoli

 
Sentenze e massime - Ultime dalla Corte di Cassazione