venerdì 26 ottobre 2012

RIPARAZIONE - DOMANDA DI EQUA RIPARAZIONE PER IRRAGIONEVOLE DURATA DEL PROCESSO - PROPOSIZIONE IN PENDENZA DEL GIUDIZIO - DECORRENZA DELLA PRESCRIZIONE

RIPARAZIONE - DOMANDA DI EQUA RIPARAZIONE PER IRRAGIONEVOLE DURATA DEL PROCESSO - PROPOSIZIONE IN PENDENZA DEL GIUDIZIO - DECORRENZA DELLA PRESCRIZIONE
Le SU – componendo un contrasto di giurisprudenza – danno continuità all’indirizzo tradizionale, secondo cui l’art. 4 della legge 24 marzo 2001, n. 89, nella parte in cui prevede la facoltà di agire per l’indennizzo in pendenza del processo presupposto, non consente di far decorrere il relativo termine di prescrizione prima della scadenza del termine decadenziale, previsto dal medesimo art. 4 per la proposizione della domanda.
Testo Completo: Sentenza n. 16783 del 2 ottobre 2012(Sezioni Unite Civili, Presidente P. Vittoria, Relatore G. Salmè)

Archivio articoli

 
Sentenze e massime - Ultime dalla Corte di Cassazione