sabato 29 gennaio 2011

DELITTI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – DANNEGGIAMENTO O SOTTRAZIONE DI COSE SOTTOPOSTE A SEQUESTRO – CIRCOLAZIONE ABUSIVA DI VEICOLO SEQUESTRATO –

DELITTI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – DANNEGGIAMENTO O SOTTRAZIONE DI COSE SOTTOPOSTE A SEQUESTRO – CIRCOLAZIONE ABUSIVA DI VEICOLO SEQUESTRATO –
CONCORSO CON L’ILLECITO AMMINISTRATIVO PREVISTO DALL’ART. 213 COD. STRADA – ESCLUSIONE – SPECIALITA’ DELLA NORMA SANZIONATORIA AMMINISTRATIVA – SUSSISTENZA
Le Sezioni Unite, dopo aver ribadito che il principio di specialità posto dall’art. 9 della l. n. 689 del 1981 quale criterio di soluzione dell’eventuale concorso tra norme penali incriminatici e norme amministrative sanzionatorie presuppone il confronto strutturale tra le rispettive fattispecie astratte, hanno affermato che l’art. 213, comma quarto, Cod. Strada, che punisce con la sanzione amministrativa l’abusiva circolazione del veicolo sottoposto a sequestro amministrativo, deve ritenersi speciale rispetto all’art. 334 cod. pen., nel quale è configurato invece il delitto di sottrazione da parte del custode o del proprietario di beni di cui è stato disposto il sequestro penale o amministrativo.

Testo Completo: Sentenza n. 1963 del 28 ottobre 2010 - depositata il 21 gennaio 2011

(Sezioni Unite Penali, Presidente E. Lupo, Relatore C. G. Brusco)


Condividi

Archivio articoli

 
Sentenze e massime - Ultime dalla Corte di Cassazione