venerdì 27 marzo 2009

REATI CONTRO LA P.A. - ESERCIZIO ABUSIVO DI UNA PROFESSIONE – MEDICO CHIRURGO – INTERVENTO DI CHIRURGIA PLASTICA IN ANESTESIA LOCALE

REATI CONTRO LA P.A. - ESERCIZIO ABUSIVO DI UNA PROFESSIONE – MEDICO CHIRURGO – INTERVENTO DI CHIRURGIA PLASTICA IN ANESTESIA LOCALE – NECESSITÀ DI APPOSITA ABILITAZIONE – ESCLUSIONE
Non integra il delitto di abusivo esercizio di una professione di cui all’art. 348 cod. pen. la condotta del medico che effettui a livello ambulatoriale interventi di chirurgia plastica in anestesia locale, senza essere in possesso del requisito della specializzazione in anestesia e rianimazione, dovendosi distinguere al riguardo gli interventi chirurgici in anestesia generale, che per la loro natura e complessità possono essere effettuati solo in regime ospedaliero, da quelli a ridotta o bassa invasività, praticabili senza ricovero in anestesia locale o in sedo-analgesia, presso studi medici o ambulatori privati.

Testo Completo:
Sentenza n. 11004 del 26 febbraio 2009 – depositata il 12 marzo 2009(Sezione Sesta Penale, Presidente G. De Roberto, Relatore F. P. Gramendola)

Archivio articoli

 
Sentenze e massime - Ultime dalla Corte di Cassazione