lunedì 26 gennaio 2009

RAPPORTI CON AUTORITA' GIURISDIZIONALI STRANIERE - ESTRADIZIONE PER L'ESTERO - DECRETO DI ESTRADIZIONE - ADOZIONE DI MISURA CAUTELARE

La Corte ha stabilito che, una volta emesso il decreto di estradizione, è consentita l’applicazione di una misura cautelare nei confronti dell’estradando ai fini della sua materiale consegna allo Stato istante, a nulla rilevando che una precedente misura sia stata dichiarata cessata per decorrenza dei termini di cui all’art. 714 c.p.p. Si tratta invero, ha chiarito la Corte, di attivare uno strumento destinato esclusivamente a dare attuazione alle concrete modalità della consegna, senza che possano essere evocate le esigenze cautelari, rilevanti invece per la procedura estradizionale nella fase giurisdizionale, come è dato trarre dalla giurisprudenza delle SS.UU. (28 maggio 2003, Di Filippo).

Testo Completo:
Sentenza n. 1881 del 27 novembre 2008 - depositata il 19 gennaio 2009(Sezione Sesta Penale, Presidente G. De Roberto, Relatore L. Lanza)

Archivio articoli

 
Sentenze e massime - Ultime dalla Corte di Cassazione