mercoledì 26 novembre 2008

REATO – RESPONSABILE CIVILE - RESPONSABILITA' DELL'APPALTANTE PER FATTO DELL'IMPRESA SUBAPPALTATRICE

La Corte di cassazione ha annullato una sentenza che aveva ritenuto l’appaltante (nei cui confronti non era stata esercitata l’azione penale, essendo intervenuta l’archiviazione) responsabile civile ex art. 83 c.p.p. per fatto (altrui) dell’impresa subappaltatrice (il cui titolare era stato condannato per il reato di lesioni colpose in danno di un lavoratore aggravate dalla violazione della normativa antinfortunistica): si è, in particolare, osservato che, ai sensi dell’art. 7 D. Lgs. n. 626 del 1994 (ora trasfuso nell’art. 26 D. Lgs. n. 81 del 2008), in caso di affidamento dei lavori ad imprese subappaltatrici o a lavoratori autonomi all’interno dell’azienda del committente o di una unità produttiva della stessa, sull’appaltante grava una serie di obblighi positivi di verifica, informazione, cooperazione e coordinamento: ne consegue che la responsabilità dell’appaltante-committente per gli eventi lesivi eventualmente derivati dalla loro inosservanza è responsabilità per fatto proprio, non “giustiziabile” attraverso la chiamata in causa quale responsabile civile.

Testo Completo:
Sentenza n. 41815 del 30 settembre 2008 - depositata il 7 novembre 2008(Sezione Quarta Penale, Presidente A. Morgigni, Relatore P. Piccialli)

Archivio articoli

 
Sentenze e massime - Ultime dalla Corte di Cassazione