mercoledì 22 ottobre 2008

TRIBUNALE PER I MINORENNI - GIUDIZIO ABBREVIATO A SEGUITO DI GIUDIZIO IMMEDIATO - COMPETENZA - E' DEL G.I.P.

La Corte di Cassazione ha ritenuto che competente alla celebrazione del giudizio abbreviato nei confronti di imputati minorenni, nel caso in cui la richiesta sia stata presentata a seguito dell’emissione di decreto di giudizio immediato, è, ai sensi dell’art. 458 cod. proc. pen. (norma generale applicabile, in difetto di diversa previsione speciale, ai sensi dell’art. 1, comma 1, d.P.R. n. 448 del 1988) il giudice per le indagini preliminari. Nel processo penale minorile, il g.i.p. (diversamente dal giudice dell’udienza preliminare, organo collegiale composto da un magistrato togato e da due giudici onorari, un uomo ed una donna, “esperti” del settore minorile) è un organo monocratico togato (cfr. art. 50-bis ord. giud.); la tutela della personalità e delle esigenze educative del minore risulta comunque affidata alla particolare professionalità settoriale del g.i.p.

Testo Completo:
Sentenza n. 38481 del 16 settembre 2008 - depositata il 9 ottobre 2008(Sezione Quarta Penale, Presidente A. Morgigni, Relatore R. Bricchetti)

Archivio articoli

 
Sentenze e massime - Ultime dalla Corte di Cassazione